TrailLive

Eventi da non perdere

Main Sponsor

La Sportiva (w)
La Sportiva (w)

Sostenitori

ISAC
ISAC

Enti

Comune di Levone
Comune di Levone

Volontari

ASSOCIAZIONE AMICI DI PIAN AUDI
ASSOCIAZIONE AMICI DI PIAN AUDI

Novità introdotte nel 2012

Per il 2012, sulla base delle impressioni e segnalazioni raccolte dai concorrenti delle passate edizioni, è stata prevista una variazione del percorso che, in via generale, rende il Trail del Monte Soglio una gara più montana e complessivamente più tecnica. Viene sacrificato il passaggio dal Sacro Monte di Belmonte a favore di un prolungamento sui sentieri dell’Alta Via Canavesana sul filo dei 2000 m slm.

TMS 2012 panoramica percorso

La modifica comporta, se pur in modo minimo, un aumento della lunghezza e del dislivello del Gir Lung, arrivando a 63km e 3500m d+. Per quanto riguarda il Gir Curt, invece, nonostante che il percorso sia diverso, i valori rimangono invariati con 26km e 1400m d+.

Nel dettaglio le modifiche interessano 3 punti (il primo sia per entrambe le gare):



Tratto Monte Canautà – Sentiero del Gallo

Dal Canautà ai Roc dla CruaseraIntorno al km 13,5 arrivati sul crinale del Monte Canautà, invece di svoltare a destra per scendere verso la Località Carella, si devia a sinistra proseguendo in salita verso i “Roc d’la Cruasera”.

Il dislivello da superare è di circa 150 metri fino a raggiungere i ruderi (poco visibili) di una antica baita. Da qui, tra roccette e rododendri, un divertente sentiero in leggera discesa ci porta ad attraversare la Val Gallenca e dopo due guadi a raggiungere l’alpeggio dell’Alpe Erede Cùrt. Lasciato il casolare sulla nostra sinistra si scende con facile corsa attraverso i pascoli fino alla sottostante Alpe Bellono.

Alpe del BellonoDavanti a noi si presenta una bella veduta del Canavese che si potrà ammirare sostando al primo ristoro completo della gara. L’Alpe Bellono è completamente ristrutturata ed è una facile meta anche per i meno allenati.

Siamo al km 16,3. Lasciato “il Bellono” si prosegue in discesa prima su strada sterrata e poi sul sentiero anch’esso ripristinato dall’Associazione Amici dell'Alpe Bellono, fino a ricongiungerci con il tracciato del TMS 2011 subito dopo il ponte del Torrente Gallenca.


Tratto Sentiero del Gallo – San Colombano Belmonte

Sentiero del GalloQuando sul Sentiero del Gallo si raggiunge il km 19 ci si trova nei pressi di una costruzione in legno adibita ad osservatorio. Qui avviene la separazione delle due gare: il Gir Curt, seguendo il tracciato del TMS2011, abbandona il Sentiero del Gallo e scende sul prato a destra verso la Località Pratiaut; il Gir Lung, invece, prosegue diritto restando sul Sentiero del Gallo e seguendolo fedelmente per altri 4,5 km, fino ad arrivare nel territorio del Comune di San Colombano e a raccordarsi con l’itinerario delle passate edizioni.

Il nuovo tratto permetterà agli atleti di correre su uno dei sentieri dell’Alto Canavese più adatto al Trail Running, tra boschi di castani e betulle, ponticelli in legno e antiche masere (muretti in pietra a secco), il tutto agevolato dalla leggera discesa (circa 300m d-) e dal fondo del sentiero ben assestato e senza asperità.

Questa variante sostituisce i circa 14km, ma soprattutto il dislivello positivo che si percorreva per passare dal Santuario di Belmonte permettendo di affrontare la salita all’Alpe di Monsuffietto con un pò più di energia.

Tratto Monte Soglio – Arrivo

Alta Via CanavesanaCon questa variante abbiamo voluto dare la possibilità ai trailers del TMS di scoprire una zona di notevole fascino. Percorrendo il tracciato dell’Alta Via Canavesana (trekking che da Forno porta a Ceresole Reale per poi proseguire sull’altro versante della valle Orco) si lascia il Monte Soglio alle spalle e si prosegue sul filo di cresta per circa 5km fino a raggiungere, passando per l’Alpe Uia (2010m), il Colle della Croce d’Intror (1947m).

In questo tratto si raccomanda la massima attenzione in quanto il sentiero, essendo poco frequentato, a volte si riduce ad essere molto stretto. L’Organizzazione del TMS ha lavorato parecchio per mettere in sicurezza i tratti più difficoltosi, ma restano comunque alcuni passaggi delicati per via della presenza di roccette, del restringimento della larghezza del sentiero e del pendio laterale fortemente scosceso.

E’ quindi consigliato fermarsi per godere del panorama mozzafiato che si presenta a 360 gradi: dal Monviso al Monte Rosa, dal Gran Paradiso alle colline del Monferrato.

Dal colle, si abbandona l’AVC, per traversare sotto il Monte Angiolino e arrivare al Rifugio Peretti Griva sapientemente restaurato dal Gruppo Alpini di Corio (1830m). Siamo al km 43,2 e anche qui c’è un panoramico ristoro.

Alpe Pian FrigeroleAl km 43,8 si attraversa l’alpeggio di Pian Frigerole (1798m) con caratteristico passaggio all’interno di una stalla e da qui inizia la discesa su sentiero, man mano sempre più facile, fino Pian Audi (865m), luogo dell’ultimo ristoro.

Anche se “il grosso è stato fatto”, la gara non è finita e mancano ancora circa 13 km, 440m d+ e 780m d- per rientrare a Forno e per farlo si dovrà superare il Colle del Bandito. Per facili sentieri e strade sterrate si attraversano numerose borgate: Case Muggion, Case Trinità, Case Aggiorno, Località San Bernardo.

Giunti al Bandito si gode finalmente della vista di Forno Canavese e, con la “planata” verso l’arrivo, si passerà nuovamente accanto al Mulino Val per un’ultima foto ricordo di una indimenticabile cavalcata sui sentieri dell’Alto Canavese.

 

 


Gare Amiche

Val Varaita Trail
Val Varaita Trail

Siti Amici

SPORTDIMONTAGNA.COM
SPORTDIMONTAGNA.COM

Colonna sonora

Ascolta la colonna sonora del TMS:

Sostenitori e Sponsor

La Sportiva
La Sportiva

Online Shop

Trailmarket.com
Trailmarket.com

Volontari e Collaboratori

CAI Forno Canavese
CAI Forno Canavese

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.